La pratica perfetta per imparare l’inglese: le azioni strategiche concrete che devi fare per valutare un corso di Inglese e riuscire a pensare in lingua

“It’s not practice makes perfect. It’s perfect practice makes perfect.”

Con questa frase Tony Robbins, motivatore e all’attivo uno dei più grandi influencer americani, spiega il record incredibile di 100% di realizzazione di tiri liberi in tre partite di Stephen Curry (Giocatore di Basket nell’NBA).

Non è la pratica, ma la pratica perfetta che crea la perfezione.

Ecco il video (in inglese):

 

 

Infatti, siamo stati abituati a pensare che: “basta fare, per migliorare”.

Che sia in palestra, sul lavoro o nell’imparare l’inglese.

 

“Lorenzo, io ci sto provando da solo a imparare l’inglese, ogni giorno mi metto a fare degli esercizi usando delle App sul telefonino, e ogni tanto guardo qualche video con i sottotitoli.”

“Grande! Senti, quindi quando guardi un film in lingua originale lo capisci?”

“Beh, lì faccio molta fatica, devo sempre mettere i sottotitoli in Italiano”

L: Ah, ok. E se ti trovassi un cliente estero di fronte, saresti in grado di sostenere una conversazione?

“Beh, una conversazione no, quando mi trovo di fronte una persona mi blocco totalmente… poi, con un pò di faccia tosta mi arrangio.”

 

 

Questo era un esempio, ma è un pò quello che succede quando la tua pratica non è “perfetta”.

 

Il tempo passa, i risultati non arrivano, cala la motivazione e tendi ad associare il risultato mancato a una tua incapacità.

Per farti un esempio: in una recente statistica l’Italia è stata inserita al 22esimo posto in europa come conoscenza dell’inglese su 24 paesi considerati.

E non per mancanza di educazione scolastica. 

La maggior parte di persone che oggi hanno 30-40-50  anni, ha studiato Inglese a scuola per almeno 5 anni.

E come è possibile che il risultato sia così scadente? 

Anni e anni dedicati allo studio, e quando ti trovi a capire e parlare in inglese ti senti bloccato e il tuo cervello va “in pappa”.

Eppure hai fatto 5/8 anni di scuola!

Beh, il punto è proprio questo: non conta la pratica, ma la pratica perfetta.

 

Ora andiamo ad analizzare in cosa consiste la pratica perfetta, e potrai applicare questi concetti in qualsiasi ambito, sia per migliorare il tuo fisico, cambiare abitudini alimentari, imparare a parlare in pubblico, e ovviamente imparare l’inglese.

La pratica perfetta è data da due elementi:

1. Strategia efficace

2. Intensità nel farlo

 

LA STRATEGIA EFFICACE

Strategia

Se manca una strategia efficace, lo sforzo che fai per ottenere i risultati è sproporzionato.

 

 

Conciliare questa fatica con le altre cose da fare diventa difficile e può capirare che quando arriva un momento critico, molli il colpo ( se avessi 3 mesi liberi magari potresti anche permettertelo… ma con il lavoro quotidiano, la famiglia e le altre cose diventa impossibile tenere alta la motivazione di essere sotto sforzo).

 

Come fare quindi per valutare se una strategia è davvero efficace?

 

Allora innanzitutto non puoi mai sapere se una strategia è perfetta per te fino a quando non la provi.

Quello che puoi fare come indagine preventiva se vuoi valutare per esempio un corso prima di acquistarlo, è di approfondire questi 3 semplici punti:

1. Impara a leggere le testimonianze 

2. Fai un “Test drive”

3. Prepara il paracadute: La garanzia

 

  • 1 Come leggere le Testimonianze 

Valutare i risultati e le testimonianze delle persone che sono passate prima è fondamentale per avere un’idea del tipo di persone che sono nell’ambiente.

Per fortuna su internet negli ultimi anni sono andati sparendo (ma qualcuno c’è ancora) i “testimoni finti”, dove bastava scrivere: “Mario dice che il mio prodotto è il meglio sul mercato”

Scusa, ma Mario chiiiiiii? Chi è sto tizio? Dove è il link del suo profilo? Dove è una sua immagine collegata a un sito che posso verificare?

=> Niente.

Imparare a leggere le testimonianze – dove ci sono naturalmente, e se non esistono testimonianze di persone soddisfatte che mettono la faccia qualche dubbio devi fartelo –  è fondamentale, in particolare è bene che presti attenzione a: 

– chi è questa persona, età, e di cosa si occupa nella vita (E’ importante perché quando entri in un ambiente devi trovare persone “simili” a te. Per esempio ci sono tante scuole di Inglese in Italia che per riempire i corsi di gruppo mettono insieme imprenditori e adolescenti …) 

  • – Quale era il loro problema prima di provare il prodotto
  • – I risultati concreti che hanno ottenuto (Non basta per esempio scrivere: “Sono felicissimo e mi ha cambiato la vita!” Fammi sapere: come è cambiata nello specifico la tua vita? Quali risultati hai ottenuto che prima sognavi?
  • – Se qualcosa non è chiaro, contattali personalmente! 

Non aver paura di chiedere e di farti avanti. 

Ecco un esempio dei risultati che ottengono gli studenti di IngleseFast (puoi trovare una sezione molto ampia e precisa nel sito: www.inglesefast.com/opinioni):

 

  • 2 Fai sempre il “Test Drive”

Altra cosa importante per valutare l’efficacia di una strategia è il “test drive”, ovvero cercare di provare in anteprima il prodotto. Solo dedicando del tempo e entrando praticamente riuscirai a fare la migliore analisi per poi scegliere se dedicare il tuo tempo ( e i tuoi soldi).

In IngleseFast per esempio puoi vedere le prime 4 lezioni del corso in maniera gratuita. Si tratta di più di un’ora di corso da vedere in anteprima in modo che tu ti possa rendere conto di cosa significhi frequentare il corso.

guarda l'introduzione al corso

 

  • 3 Prepara il paracadute: La garanzia

La garanzia è fondamentale quando decidi di iniziare qualcosa. Non ti aiuterà a ottenere il risultato, e non ha a che fare con il tuo impegno. Ma è un sinonimo di serietà, a differenza delle società che vogliono lucrare su “promesse da venditore”.

Un conto è affermare qualcosa, un altro conto è garantirla. 

“Put the money where the mouth is” Dan Kennedy

Nella maggior parte di scuole di Inglese in Italia per esempio, non esiste una garanzia.  Paghi in anticipo, cominci a seguire le lezioni, e se ti accorgi che non stai imparando… ti arrangi. Ciò che hai pagato e che non utilizzerai, non ti viene restituito. Quindi tutto il rischio è su di te.

Approfondisci quindi la garanzia, e accertati quali sono i compiti specifici che devi fare in modo da poter rispettare la tua parte. Devi sapere prima di iniziare quanto impegno ti richiede, e che risultati ti porta e in quanto tempo. 

Con IngleseFast, hai per esempio una garanzia totale: per i primi 30 giorni puoi frequentare quante lezioni vuoi, puoi accedere alla community, puoi avere a disposizione i nostri insegnanti per ricevere assistenza ai tuoi esercizi, e se per qualsiasi cosa non ti ritieni soddisfatto ti rimoborsiamo l’intera quota.

 

L’INTENSITA’ NELLA PRATICA

Se ti chiedessi di… “abbracciare una tua amica”, come sarebbe il tuo abbraccio?

 

L’intensità che metti nel fare qualcosa, incide in maniera potente sul risultato finale.

Non basta il “fare”. Se non metti tutto te stesso in quello che fai 

Non puoi fare i muscoli andando in palestra 1 volta a settimana. 

E non puoi imparare l’inglese studiandolo 1 ora a settimana. 

 

Tony Robbins, il più influente coach americano afferma che l’intensità si ottiene soprattutto da due fattori:

 

  1. Focus costante : ovvero dove dirigi l’attenzione della tua mente
  2. Impegno a fare “azioni massicce”

 

Se fai una cosa perché lo “devi fare” per esempio, manca l’intensità.

Se fai qualcosa una volta ogni tanto, manca di intensità.

Se fai qualcosa tanto per fare, manca di intensità.

 

Quindi, se vuoi ottenere risultati stratosferici, ricordati che:

1 Il tempo è un tuo alleato: meglio qualche mese dedicato in “full immersion” a imparare qualcosa, piuttosto che 2 anni “un pochino alla volta”

2 Se vuoi qualcosa che ti rimanga tutta la vita, inserisci delle piccole abitudini quotidiane per tutta la vita

Nel caso dell’inglese può essere leggere un articolo al giorno o guardare un un film in inglese, o nel caso non sei ancora in grado di seguirlo, frequenta un corso e dedica un po’ di tempo ogni giorno.

3 Quando dedichi il tempo, elimina le fonti di distrazione: non guardare facebook e non pensare al lavoro. Il tuo cervello farà meno fatica, e assorbirai meglio.

 

Applica questi concetti, e se nella tua vita hai avuto qualche riscontro in base alla tua esperienza delle cose scritte sopra, fammelo sapere nei commenti.

Live Fast!

Lorenzo

guarda l'introduzione al corso

 

IngleseFast